Molti nuovi investitori non capiscono che risparmiare denaro e investirne sono cose completamente diverse. Sono due cose che hanno scopi diversi e giocano diversi ruoli all’interno della strategia finanziaria e di bilancio. Per questo motivo, prima di avvicinarsi a questo mondo, bisogna assicurarsi di capire bene la differenza di questi concetti fondamentali.

Per questo motivo, la cosa migliore da fare è quella di capire le differenze tra risparmio e investimento, definendo entrambi i concetti.

Qual è la definizione di risparmio?

Il risparmio è il processo con cui si mette da parte del denaro e lo si pone in condizioni estremamente sicure e liquide. Ciò può includere conti di deposito, conti correnti bancari, o obbligazioni statali / aziendali.

E’ importante anche il concetto di riserve di liquidità: il denaro messo da parte dovrebbe essere sempre disponibile, in ogni momento in cui se ne ha bisogno. Molti tra gli investitori più ricchi, così come tra quelli più anziani che hanno vissuto la Grande Depressione, sostengono che, in realtà, mettere da parte tanti soldi, nascosti da qualche parte che solo tu sai, comporta spesso una grave perdita.

Ad esempio, nel corso del fallimento del biennio 2008-2009, alcuni gestori di hedge fund hanno spinto i loro clienti a ritirare quanto più denaro possibile dai bancomat perché credevano che l’intera economia potesse crollare nel giro di breve tempo, e dunque ci sarebbero stati problemi nel riuscire a prelevare dollari.

Qual è il concetto di investimento

Investire denaro è il processo di utilizzare il denaro che si ha da parte per acquistare un’attività che si pensa abbia una buona probabilità di generare un tasso di rendimento sicuro ed accettabile nel tempo, permettendo di diventare più ricchi di quello che si era in partenza, anche se questo spesso porta a rischi maggiori di perdere tutto quello che si aveva. I veri investimenti sono quelli che hanno una sorta di margine di sicurezza e che garantiscono, in condizioni normali, un certo guadagno per gli investitori. I migliori investimenti sono quelli che appartengono ai cosiddetti asset produttivi come le azioni, le obbligazioni e gli immobili.